Intingo B2B
Comunicazione d'impresa B2B per PMI

Freelance o agenzia digital marketing? 4 fattori da considerare

Fino a poco tempo fa scegliere tra un freelance digital marketing o un’agenzia digitale per le tue esigenze di marketing B2B era una scelta tutto sommato semplice. Oggi molte cose sono cambiate.

Nell’articolo dedicato all’outsourcing per il marketing aziendale abbiamo visto come spesso la necessità di affidarsi a un’agenzia digital marketing è data dalle diverse specializzazioni e competenze necessarie per attuare un vero piano di digital marketing B2B.

In quell’articolo abbiamo visto anche come noi stessi dobbiamo cambiare mentalità e passare da una logica di fornitore al quale si affida un compito; a quella di partner esterno ovvero di una risorsa che fa parte a tutti gli effetti del nostro team marketing B2B, sebbene lavori “altrove”.

Recentemente ne ho parlato con Barbara Reverberi fondatrice di FreelanceNetwork.it che mi ha voluta in una sua intervista dedicata all’argomento su come un freelance deve porsi in una relazione con un team marketing B2B.

Con questo articolo voglio invece affrontare l’argomento dal nostro punto di vista di marketer B2B che si trovano davanti alla scelta se scegliere un freelance o un’agenzia digital marketing.

Agenzia digital marketing o freelance

Fino a poco tempo fa scegliere tra un freelance digital marketing o un’agenzia digitale per le tue esigenze pianificate nel budget di marketing B2B era una scelta tutto sommato semplice. La complessità del progetto funzionava da sparti acque.

Micro progetti erano più appetibili per i freelance digital marketing che non potevano offrire molti altri servizi oltre alla loro specifica capacità. Per progetti più complessi si preferiva invece un’agenzia che poteva garantire più risorse e assicurava una maggiore continuità nel tempo.

Il mercato del digital marketing è però cambiato. Si sono inseriti moltissimi professionisti e la concorrenza si è fatta più serrata. Dobbiamo considerare, poi, che le competenze si sono talmente parcellizzate da rendere i progetti piccoli appetibili anche per le agenzie digital marketing.

Dal canto loro molti freelance consapevoli dei limiti del lavorare da soli, fanno parte di reti di professionisti e sono in grado di fornire servizi completi offrendo risorse che integrano le loro specifiche capacità.

Per il marketer B2B questa trasformazione può essere fonte di una nuova confusione e difficoltà.

In fondo quello che vuoi è solo un professionista serio, che sappia fare il suo lavoro, che non ti crei problemi e che ti porti i risultati promessi.

4 fattori chiave per la scelta del tuo partner esterno

In linea generale ti posso dire che il primo principio a cui riferirsi è l’esperienza nel B2B e se possibile nel tuo settore specifico, in quest’ultimo caso anche non in modo esclusivo. Esperienze fatte anche in settori diversi dal tuo, possono essere un arricchimento.

Vediamo allora i 4 fattori a cui devi fare attenzione per fare la tua scelta.

Esperienza nel B2B e le capacità di relazione

Che si tratti di un freelance o di un’agenzia digital marketing l’esperienza pregressa del mondo B2B è una condizione importante.

Il marketing B2B ha un pubblico di destinazione meno numeroso e più specializzato del mercato B2C. La capacità del partner esterno di offrirti soluzioni specifiche per il B2B è il primo terreno su cui testerai le sue effettive abilità.

Freelance digital marketing

Considera che spesso il freelance è una persona che ha lavorato in alcune aziende prima di decidere di seguire la propria strada, il che significa che di solito hanno una conoscenza anche delle dinamiche aziendali.

Un aspetto che può aiutare a semplificare la relazione. Nella scelta infatti non c’è solo da considerare la competenza ma anche la capacità di relazionarsi con chi è inserito in un contesto aziendale con le sue specifiche regole e valori.

Con un professionista non hai spesso altre persone con cui confrontarti, ci si parla direttamente senza intermediari neppure nella fase di presentazione e valutazione del progetto.

Agenzia digital marketing

Un’agenzia è invece più strutturata. Può succedere che conoscerai la persona che lavorerà al tuo progetto solo dopo aver firmato l’ordine.

E a seconda dell’importanza del progetto (per l’agenzia non per te) l’agenzia stessa valuterà quali risorse affidarti e se il progetto viene giudicato piccolo potrebbe essere gestito da risorse junior con meno esperienza.

Potrai anche considerare questo comportamento come ingiusto, in fondo per noi i nostri progetti sono sempre di massima importanza. Tieni presente però che un’agenzia è essa stessa un’azienda che deve valutare la propria capacità di produrre profitto.

D’altro canto per sua natura l’agenzia è in grado di fornirti nuove risorse o sostituire quella assegnata nel caso il progetto evolvi garantendoti la sua continuità senza intoppi.

Capacità di fornire servizi efficienti

La capacità di un libero professionista di fornirti un servizio completo che esuli anche dalle sua competenze specifiche è ovviamente più personale. L’unica cosa di cui devi diffidarti è degli “one man band” quando un progetto richiede diverse competenze.

Il mondo dei freelance sta evolvendo e spesso il professionista è inserito in una rete che gli consente di attivare le risorse che gli servono e, nel raro caso in cui non possa seguire per qualche tempo il progetto, di trovarne una che lo sostituisca in modo permanente o temporaneo.

Non è bello, concordo con te. Ma sempre meglio che trovarsi con il progetto bloccato e con la necessità – da parte tua – di cercare una nuova risorsa esterna.

Su questo punto le agenzie sono più forti essendo più strutturate. Sono in grado di ricalibrare le risorse destinate al progetto a seconda delle necessità che dovrebbero emergere.

budget marketing b2b
Freelance o agenzia digital marketing, attività su cui possono essere coinvolti

Chi ti segue è probabilmente più abituato a confrontarsi in un contesto aziendale e a rispondere della sua attività con report. Può quindi essere più facile che il piano di aggiornamento continuo sull’avanzamento del progetto venga rispettato da un’agenzia piuttosto che da un freelance digital marketing. Quest’ultimo deve per forza di cose seguire più progetti contemporaneamente e potrebbe avere poco tempo da dedicare all’aggiornarti su come evolvono le cose.

Capacità di gestire il carico di lavoro

Sia l’agenzia digital marketing che il freelance sono in grado di destreggiarsi tra più progetti e carichi di lavoro.

Ma fra i due solo il freelance digital marketing può fare di te e della tua azienda la sua unica priorità. Ovviamente dipende dalla dimensione del progetto ma collaborare con un libero professionista è il modo più vicino possibile ad avere un nuovo membro nel tuo team marketing aziendale, sebbene sia esterno alla tua azienda.

Nella maggior parte dei casi, i freelance lavorano su meno progetti rispetto a un’agenzia digitale e per questo motivo sono in grado di rendere il tuo progetto la loro priorità nel tempo in cui sono assegnati a lavorarci.

Devi però anche mettere in conto che per lui è vitale non dipendere da un solo cliente. Se non è abile a gestire il suo tempo e se non fa parte di una rete di professionisti potrebbe trovarsi nella condizione di non riuscire più a portare avanti gli impegni che ha assunto.

Come abbiamo detto un’agenzia digital marketing è più incline e in genere competente nell’allocazione delle risorse interne al carico di lavoro assunto. Esse stesse possono fare riferimento a freelance esterni per sopperire ai picchi di lavoro. Tieni conto però che per quanto siano organizzate a volte dovrai fare pressioni sull’agenzia per non essere messo in fondo alla lista.

Variabilità dei costi

A seconda della tipologia del progetto il compenso di un freelance digital marketing potrebbe essere su base orario o forfettario a progetto. In realtà questo potrebbe avvenire anche per un’agenzia se pensiamo ad esempio a attività di assistenza e manutenzione, per esempio del sito aziendale.

Il freelance costerà sempre meno di un’agenzia? In linea generale sì, se non altro perché un’agenzia ha costi strutturali di cui deve rientrare.

Non è comunque una regola aurea e potresti ricevere offerte da parte di freelance ben più costose di quelle proposte dall’agenzia.

A questo punto per capire se il freelance stia esagerando o l’agenzia sottostimando i costi, non ti resta che sottoporre il progetto a un altro freelance e a una seconda agenzia per vedere cosa succede.

Freelance o agenzia digital marketing? Quali sono le tue esigenze?

Quello che abbiamo detto finora ha il solo valore di farti riflettere su alcuni aspetti. Nessuno di questi, presi singolarmente, può farti propendere da una parte o dall’altra.

Esperienza, conoscenza del settore B2B e disponibilità è la triade sulla quale si deve basare la tua ricerca.

Devi poi considerare il tipo di progetto e la sua complessità e le tue esigenze specifiche. Se per te è fondamentale essere aggiornato con report costanti devi assicurati che il tuo partner esterno, chiunque egli sia, possa essere in grado di fornirli.

Quindi alla fine di questo articolo, in definitiva, la palla ritorna a te.

Non cominciare la tua ricerca senza aver prima chiarito, prima di tutto a te stesso, quali sono i tuoi obiettivi, i risultati che vuoi raggiungere, in quanto tempo e con quali modalità.

Vedrai che se spenderai un po’ di tempo a schiariti le idee su questi punti la ricerca del partner esterno sarà molto più facile.

Altro di tuo interesse...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

* La spunta su GDPR è obbligatoria

*

Approvo (GDPR)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.